“La magia è un’arte colorata”, un libro di fiabe di Giovanna Cardini per risvegliare il proprio talento

“La magia è un’arte colorata”, un libro di fiabe di Giovanna Cardini per risvegliare il proprio talento

Articolo in italiano
di Elisabetta Failla

Può la magia farci ritrovare la fiducia in se stessi e superare quei limiti e quelle paure che spesso rappresentano degli ostacoli – cognitivi, emozionali o di relazione – che ci impediscono di essere sereni e di realizzare i nostri obiettivi personali? Secondo la scrittrice Giovanna Cardini la risposta è si. E ce lo spiega nel suo ultimo libro “La magia è un’arte colorata” attraverso l’espediente narrativo della fiaba suggerendo al lettore che, con pazienza e amore, come questo sia è possibile. Un raccolta di tre favole per bambini ma che fanno riflettere anche gli adulti.

Ma la magia di Giovanna cardini non è fatta di pozioni magiche e incantesimi. Ḕ quella carica che ognuno di noi deve ritrovare in se stesso e che aiuta a ritrovare il proprio talento, ariconoscere e rendere visibile la verità delle cose, e utilizza a tal scopo i colori, le parole, oltre che la natura; èancheun atto di fiducia che stravolge le regole della logica e attende risposta.

Anche i maghi non sono quelli a cui siamo abituati a pensare. Quelli delle tre favole sono saggi ma “imperfetti” ma riescono ad aiutare i tre protagonisti – un draghetto, un pipistrello e un’aquila –riescono a far ritrovare ai tre protagonisti la serenità perduta. In fondo sono persone normali che sono riusciti a trasformare le loro debolezze e i propri difetti in punti di forza e attraverso la loro capacità di saper ascoltare chi soffre riescono a trovare la “magia” giusta per risolvere i problemi trasformando possibile l’impossibile esono convinti che “chiunque può risolvere i suoi problemi, se lo desidera”.

“Il mago è come l’artista, come lui utilizza anche il colore che, come sappiamo, ha un grande potere – ha spiegato l’autrice Giovanna Cardini – Anche il mago, come l’artista, vede la realtà così come è ma vede anche quella che potrebbe essere; ne coglie alcuni elementi e ne stravolge l’ordine offrendone una nuova visione: un’esperienza che aiuta l’altro a ritrovare la propria natura. Le favole dei miei tre maghi nascono dal desiderio d’incoraggiare i lettori a dare valore a quello che si è, a credere e a osare. Molte persone sono bloccate e non sanno che in realtà può bastare un incontro speciale, ad esempio con un’opera d’arte, per sentire qualcosa e iniziare un viaggio alla ricerca di se stessi. Il fine è quello di liberarsi dai blocchi e arrivare a esprimere e manifestare il proprio talento. Non è un caso che il mio libro, privo di illustrazioni, presenti delle pagine bianche da disegnare: vorrei che il lettore, dopo aver letto ogni fiaba, si esprimesse liberamente disegnando una sua interpretazione del mago o della magia che racconto”.

Giovanna Cardini è nata e vive a Firenze, dove lavora come fisioterapista e counselor all’ascolto. Dirige la galleria Merlino Bottega d’Arte e conduce laboratori di scrittura e di counseling artistico volti al riconoscimento e alla valorizzazione dei talenti individuali. È autrice di: “Il caos ritrovato, dialoghi con la demenza” (ed. Sellerio), “Tutti giù per terra” (ed. Armando), “L’arte come eccesso”, “La pittura di V. Van Gogh”, “La stanza e la luce nella questione femminile”, “La pittura di J. Vermeer, Il corpo e la seduzione” e “La performance artistica di M. Abramovic” (ed. PaciniFazzi). Recentemente ha aperto una “Palestra Artistica” con l’obiettivo di aiutare i partecipanti, attraverso esercitazioni mirate, a riconoscere e utilizzare il proprio talento, per esprimersi nel lavoro e nelle relazioni e mettersi in gioco in un progetto personale.

Condividi sui social