#Nonsolopane. Come sopravvivere alla seconda chiusura

#Nonsolopane. Come sopravvivere alla seconda chiusura

articolo in italiano
di Elisabetta Failla

Cari amici di Keep Up Culture, l’Italia è tricolore. Ma non quello della nostra bandiera. Un altro più triste: rosso, dal 15 novembre particolarmente, arancione e giallo. Colori forti che simboleggiano la forza, l’energia, la solarità. Da qualche giorno la nostra redazione, la cui base è a Firenze, si trova in zona rossa dopo due giorni di arancio. Insomma, in una settimana abbiamo “provato” tutte le gradazioni di gravità. Non sta a noi dire se sia giusto o meno. Sta di fatto che ci troviamo nuovamente chiusi in casa insieme alla Campania come il Piemonte, la Lombardia, la Calabria e la provincia di Bolzano prima di noi. Vorremo quindi dare il nostro piccolo contributo per aiutarvi a passare questo periodo senza cadere nella depressione e alimentando quel briciolo di positività che da qualche parte è rimasta dentro di noi.

Perché questa volta non ci sono cori, non ci attacchiamo all’hashtag #andràtuttobene, Perché non va bene per nulla. Ci sentiamo più deboli, magari anche arrabbiati. Molti sono preoccupati per le proprie attività professionali… potremmo continuare ma vogliamo invece ogni tanto darvi qualche suggerimento per passare il vostro tempo in modo positivo durante questo secondo momento di chiusura. Speriamo anche breve.

Dopo aver cucinato e fatto addirittura il pane in casa nel primo lockdown, vi suggeriamo di dare sfogo alle vostre passioni. E noi cercheremo di aiutarvi a farlo. Da oggi vi daremo alcuni suggerimenti che speriamo possano essere utili. Il ghiaccio lo rompo io, come direttore di Keep Up Culture, consigliando alle nostre lettrici di imparare a prendersi cura di loro stesse. Avete mai pensato di seguire delle lezioni di make up? Su YouTube ci sono dei tutorial realizzati da influencer bravissime sul loro proprio canale. Lo dico per esperienza perché, nel primo lockdown, ne ho seguito qualcuno con buoni risultati e utilizzando i prodotti che avevo in casa.

Conosciamo allora le quattro influencer e make up artist più famose a partire, forse, dalla più conosciuta: Clio Make up, al secolo Clio Zammatteo, una make up artist, imprenditrice e famosa youtuber. Nel 2008 apre il suo canale YouTub da dove dispensa consigli di make up e che è seguito da milioni di followers. Vi assicuro che i suoi suggerimenti sono facili da seguire.

E che dire poi di MakeUpDelight con oltre 243.000 iscritti al suo canale? Dietro a questo pseudonimo si cela Giuliana Arcarese, una delle beauty guru più cliccate su YouTube. Siciliana ma residente negli Stati Uniti, dà suggerimenti su come truccarsi in ogni occasione e consigliando i prodotti per la cura della pelle e del corpo, sullo shopping e sulla vita familiare in modo ironico, elegante e affascinante.

Famosissima poi Mikeligna, ovvero Michela Parisi. Ha iniziato per gioco quando era studentessa di economia, specializzandosi in nail art. tanto da aver poi anche condotto un programma dedicato su Real Time chiamato Nail lab e collaborato con grandi marchi come PupaClinique e Benefit. Mikeligna oggi pubblica video seguitissimi dedicati al mondo della bellezza, del make-up, dello shopping di abbigliamento e non solo e dell’alimentazione sana (essendo lei vegana), il suo canale conta oltre 300.000 iscritti.

E poi Alice Like Audrey, ovvero la toscanissima Alice Venturi. Da 2008 ha un suo canale YouTube dove spiega con i suoi tutorial il trucco di tantissime star del cinema. Oggi ha oltre 320.000 iscritti che seguono i suoi video di consigli sul make up per tantissime occasioni oltre a tanti altri argomenti. Nel frattempo infatti Alice è diventata anche un personaggio televisivo partecipando a Detto Fatto e a Pechino express.

Siete pronte a iniziare? Ricordatevi di cosa disse Coco Chanel: “Se siete tristi, se avete un problema d’amore, truccatevi, mettetevi il rossetto rosso e attaccate”.

Condividi sui social